28
Feb

Ai Nastri d’Argento vince “Friedkin Uncut”

Friedkin Uncut vince ai Nastri d’Argento

Vince ai Nastri d’Argento il documentario “Friedkin Uncut, Un diavolo di regista”,  diretto da Francesco Zippel e che vede tra i protagonisti anche Quentin Tarantino, Matthew McConaughey, Gina Gershon, Michael Shannon (II) e Juno Temple. Una docu-intervista, alternata dalle testimonianze di celebri colleghi e professionisti del cinema, che descrive e mette a nudo, per la prima volta sullo schermo, dopo l’acclamata biografia “Il buio e la luce” il regista de Il braccio violento della legge e L’Esorcista. 

Tra carriera e vita privata

Ovviamente, la parte più interessante di questo concentrato di settima arte e provocazione, mix che da sempre caratterizza e distingue il cinema di William Friedkin, rimane quella riguardante la carriera. Anche se il racconto intimo e che rivela, tra pregi e difetti, la personalità del regista non è da meno: Zippel mira a sconvolgere sin dal prologo lo spettatore, con le dichiarazioni palesemente provocatorie e inaspettate lanciate dal regista in pasto a quel pubblico e a quella critica che da sempre, a metà tra adorazione e odio, ne segue la filmografia.

L’artista allo specchio

Il racconto di una carriera singolare, attraverso una carrellata di titoli quanto noti tanto diversi tra loro e difficilmente riconducibili allo stesso regista, finalmente resa possibile per volontà di Zippel e dello stesso Friedkin che, per l’occasione, passa dall’altra parte della camera. Assolutamente da vedere!

 

Alessia Urrata

Potrebbero interessarti anche...