Chi Siamo | No Sun

Chi Siamo

Cristina Cagnazzo

Da sempre affascinata da tutte le discipline presiedute dalle Muse, si laurea a pieni voti in Beni Culturali. La successiva formazione nell’ambito del management del patrimonio storico-artistico la avvicina al mondo dell’editoria. Comincia a scrivere per svariate testate, occupandosi quasi esclusivamente delle rubriche culturali. Iscritta all’albo dei giornalisti, è stata redattrice per “Il Corsivo”, “SaluSan Benessere”, “Newsimedia” e per il portale musicale “Alone Music”. Ha lavorato come giornalista presso la prima rivista al femminile del Salento, “ABCDonna”, della quale è stata direttore responsabile. Attualmente, oltre a dirigere la testata online “No Sun”, scrive per la rivista a diffusione nazionale “In Arte”. Parallelamente, svolge l’attività di musicista-compositore.

Marco Furia

Predilige il thriller a sfondo psicologico ed in generale tutto l’immenso panorama di cinematografia horror italiana che ha fatto scuola in tutto il mondo, da Argento a Deodato, da Fulci a Bava, solo per citarne alcuni. Affascinato dalle saghe d’Oltreoceano (Nightmare, Halloween), insieme alle creazioni di Romero fino ai piu’ recenti Saw. E’ organizzatore del Vulgar Fest, kermesse di musica estrema che ha ospitato band del calibro di Cripple bastards, Master, Lividity, Suffocate Bastards, Beheaded, Vulvectomy, Necrotorture, e tantissime validissime bands dell’underground italiano ed estero. Membro della No Sun Entertainment, si occupa della parte riguardante la scena
musicale.

Nico Parente

IMG-20160702-WA0010 (1)

Sin da bambino coltiva le sue grandi passioni (cinema, musica, letteratura e scrittura). Conseguita la maturità classica, si iscrive alla Facoltà di Scienze della Comunicazione conseguendone la laurea. La sua tesi si intitola “Profondo Rosso: un’analisi linguistica della filmografia di Dario Argento” e contiene un’intervista esclusiva rilasciatagli dal re del brivido italiano in persona. Dopo un’avventura di cinque anni sui palchi di tutta Italia come singer dei Clinicamente Morti, si trasferisce a Roma e consegue la laurea specialistica in “Editoria multimediale e nuove professioni dell’informazione”. La permanenza nella Capitale e il suo grande interesse per il cinema horror e thriller gli permettono di entrare in contatto con i grandi maestri del brivido italiano. Giornalista pubblicista, è autore dei saggi “ANTOLOGIA DI UN URLO” (UniversItalia, 2013), “L’ESORCISTA Quarant’anni dopo” (Il Foglio, 2014), “MARE BLU, MORTE BIANCAGuida ragionata al cinema degli squali” (Il Foglio, 2015), “Acts of SABOTAGE – la biografia ufficiale” (Crac, 2016);  collabora con l’ osservatorio serie tv (www.osservatorioserietv.it), Nocturno, horrormovie.it, Rivista del Cinematografo, ciaocinema.it, Leggere:tutti; è stato ideatore e collaboratore del magazine HORROR TIME (Eligio Editore), è capo redattore presso nosun.org. Nel tempo libero si dedica alla scrittura, alla critica e alla visione di film.

Caterina Sabato

Le sue grandi passioni sono due: il Cinema e la Scrittura. Sin dai primi anni di vita non ha saputo fare altro che scrivere e guardare film. Avrebbe voluto fare l’attrice, ma la vita a volte ti fa prendere direzioni opposte. Conduce una trasmissione sul Cinema: Cinema House sulla web radio (www.radioflo.it). Ha frequentato la facoltà di Scienze della Comunicazione presso l’Università del Salento e poi la specialistica in Scritture Giornalistiche. La prima volta si laurea presentando una tesi dal titolo: Federico Fellini: “Sono un gran bugiardo”. L’elemento autobiografico nei film del Maestro del Cinema, la seconda con una sulla serie televisiva “Boris”.Si esalta guardando i film di Quentin Tarantino, potrebbe stare ore a ridere per le espressioni buffe di Carlo Verdone e la commuovono le interpretazioni memorabili di Robert De Niro e Al Pacino: multiformi gusti, contrastanti … e tanto altro ancora … con il tempo la conoscerete.

Edoardo Trevisani

Da sempre appassionato di horror, divoratore onnivoro e insaziabile di cinema e appassionato di letteratura. Laureato in Letteratura Italiana Contemporanea con una tesi sui poeti tarantini del novecento, è pubblicista e ha scritto di cinema per alcuni giornali locali. E’ cresciuto con i film di Carpenter, i romanzi di Stephen King, i racconti di E. A. Poe e H. P. Lovecraft.
Ama Buñuel, Sergio Leone, i fratelli Coen e Martin Scorsese. Lo interessa tutto ciò che riguarda il bizzarro e il surreale. Conosce a memoria Il Seme della Follia, Il Grande Lebowski e Fuga da New York. Quando non guarda film passa il tempo a leggere libri sulla settima arte.

Gordiano Lupi

Gordiano Lupi (Piombino, 1960). Direttore Editoriale delle Edizioni Il Foglio. Collabora con La Stampa. Traduce gli scrittori cubani Yoani Sánchez, Felix Luis Viera, Heberto Padilla e Alejandro Torreguitart Ruiz. Tra i suoi lavori di argomento cinematografico: Cannibal – il cinema selvaggio di Ruggero Deodato (Profondo Rosso, 2003), Orrore, erotismo e pornografia secondo Joe D’Amato (Profondo Rosso, 2004), Tomas Milian, il trucido e lo sbirro (Profondo Rosso, 2004), Le dive nude – Il cinema di Gloria Guida e di Edwige Fenech (Profondo Rosso, 2006), Il cittadino si ribella: il cinema di Enzo G. Castellari – in collaborazione con Fabio Zanello – (Profondo Rosso, 2006), Filmare la morte – Il cinema horror e thriller di Lucio Fulci (Il Foglio, 2006), Sexy made in Italy – le regine del cinema erotico degli anni Settanta (Profondo Rosso, 2007), Dracula e i vampiri (in collaborazione con Maurizio Maggioni – Profondo Rosso, 2008), Fernando di Leo e il suo cinema nero e perverso (Profondo Rosso, 2009), Fellini – A cinema greatmaster (Mediane, 2009), Cozzi stellari – Il cinema di Lewis Coates (Profondo Rosso, 2009 – edizione USA, 2011), Tinto Brass – poeta dell’erotismo (Profondo Rosso, 2010), Storia del cinema Horror Italiano – vol.1 – Il Gotico (Il Foglio, 2011), Laura Gemser e le altre (Profondo Rosso, 2011), Storia del cinema Horror Italiano – vol. 2 – Dario Argento e Lucio Fulci (Il Foglio, 2011), Storia del Cinema Horror Italiano – vol. 3 – Joe D’Amato, Umberto Lenzi, Ruggero Deodato, Pupi Avati e il cannibal movie (Il Foglio, 2012), Nude… si ride! – I registi e le attrici della commedia sexy – vol. 1 (Profondo Rosso, 2012), Grazie… zie! – I registi e le attrici della commedia sexy – vol. 2 (Profondo Rosso, 2012), Profumo di donna – le più belle attrici italiane degli anni Settanta (Profondo Rosso, 2013), Storia del Cinema Horror Italiano – vol. 4 – Anni Ottanta – Lamberto Bava, Alberto De Martino, Sergio Martino, Luigi Cozzi, Corrado Farina, Michele Soavi, Enzo G. Castellari (Il Foglio, 2013). Cura la versione italiana del blog Generación Y della scrittrice cubana Yoani Sánchez e ha tradotto per Rizzoli il suo primo libro italiano: Cuba libre – Vivere e scrivere all’Avana (2009). Il suo romanzo più recente è Una terribile eredità (Perdisa, 2009). Pagine web: www.infol.it/lupi. Blog di cinema: La Cineteca di Caino – http://cinetecadicaino.blogspot.com – E mail per contatti: lupi@infol.it.

Carlo Cantisani

E’ interessato in maniera quasi morbosa a qualsiasi genere musicale e a qualunque cosa produca dei suoni, guidato dalla convinzione che i generi, nel mondo dell’arte, siano principalmente limitazioni concettuali. Affascinato sin da ragazzino dall’immaginario fantascientifico, consegue la maturità classica iscrivendosi a Filosofia presso l’Università di Lecce dove, contemporaneamente, studia contrabbasso al conservatorio. Suona il basso in un numero imprecisato di band underground, principalmente metal e rock; le esperienze più significative le ottiene col gruppo Clinicamente Morti, col quale suona di spalla ad importanti nomi nazionali ed internazionali, e con la band Stonecutters, con la quale si esibisce anche all’estero. Nel frattempo riesce a laurearsi e a proseguire gli studi magistrali a Pisa, dove risiede attualmente. I suoi principali campi di studio umanistico si concentrano sulla filosofia e sull’antropologia, in particolare verso le forme culturali più contemporanee in ambito sociale, scientifico, artistico e religioso.