EDGE OF TOMORROW

EDGE OF TOMORROW

download

download

Il maggiore William Cage è il responsabile stampa dell’esercito della terra impegnato nella guerra contro i Mimic, una razza aliena che ha invaso il pianeta, devastato l’Europa e minaccia la sopravvivenza dell’umanità. Quando si oppone all’ordine del generale che lo vuole inviare sul campo di battaglia nella grande offensiva in Francia, Cage viene arrestato come disertore e spedito di forza a combattere sulla costa francese dove, incapace di utilizzare l’esoscheletro dato in dotazione alla fanteria, morirà dopo pochissimo tempo. Ma accade qualcosa di insolito, il suo corpo entra in contatto con il sangue di un alieno e l’infezione lo porta a rivivere continuamente lo stesso giorno del combattimento. Muore svariate volte prima di riuscire ad entrare in contatto con l’eroica soldatessa delle Forze Speciali Rita Vrataski, che lo allena a combattere e ad essere padrone dell’equipaggiamento.

Le esercitazioni  e i combattimenti si ripetono, ogni volta che qualcosa va male, Cage muore e il giorno si resetta finché non ha raggiunto il grado di preparazione perfetta e finché non viene a conoscenza di tutte le avversità che il tessuto spazio temporale può riservargli nella lotta contro gli alieni. La missione alla quale è destinato è quella di scovare il cervello che controlla l’invasione aliena ed eliminarlo.

Doug Liman, regista di “The bourn Identity”, servendosi della collaborazione dello sceneggiatore Christopher McQuairre, premio oscar nel 1997 con “I soliti sospetti”, ha diretto un film di fantascienza distopica, tratto dalla light novel “All need is kill” di Hiroshi Sakurazaka, che possiede lo schema narrativo di “Ricomincio da capo” di Harold Ramis. Il protagonista, interpretato da un bravo Tom Cruise, è proiettato in una situazione per lui impossibile da gestire e ripetendo le sue esperienze, comprendendo i propri errori e le proprie debolezze, è portato a migliorare se stesso e ad avere una visione più completa della realtà che lo circonda.

images

 

 

“Edge of the world – Senza domani” è figlio di un epoca in cui il cinema si trova ridiscutere il suo ruolo nel panorama sempre più complesso dell’audiovisivo, nel quale contamina e viene contaminato, come il corpo di Cage, dalle caratteristiche di nuovi ambienti e strumenti narrativi. In questo caso il film testimonia una certa parentela con i videogiochi, parentela non nascosta, ma esibita con lealtà e disinvoltura.

Questo legame lo si nota dal meccanismo narrativo della prima parte del film, in cui Cage è costretto ad imparare e perfezionare ogni sua mossa per poter procedere lungo il percorso prestabilito e raggiungere il traguardo finale. Ogni errore è praticamente un game over e l’avventura deve ricominciare daccapo. Per quanto riguarda l’estetica non si può non fare a meno di notare che armi, scenografie e messa in scena ricordano i videogiochi di guerra o gli rpg.

Lo sguardo iniziale del film è ovviamente quello americano degli ultimi decenni, in guerra perenne, saturo di paura e con la paranoia di un mondo occidentale sotto costante minaccia. Ma il film sa anche intessere col pubblico un ironico gioco di rimandi alla storia e alla cultura popolare tra cui spicca la figura di Vrataski, definita l’Angelo di Verdun, una sorta di Zio Sam donna che compare sui manifesti con una spada rubata da qualche videogame giapponese e la scritta Full Metal Bitch.

Nel complesso “The edge of the world” è un’opera dal ritmo coinvolgente e si pone agli occhi dello spettatore per quello che è, un film di intrattenimento che non vuole porsi nessun interrogativo, neanche quelli che la trama potrebbe suggerire in maniera più elementare, ma che conserva un valore ludico privo della necessità di calcare l’acceleratore sugli stereotipi. Le scene d’azione non sono tutte necessariamente fuori dal convenzionale, ma il vero elemento che dà validità al progetto è l’ironia, che mitiga il pericolo del già visto e vanifica il rischio di scivolare nella retorica.

Edoardo Trevisani

Potrebbero interessarti anche...

Autore: Edoardo Trevisani

Pubblicato il 3 giu 2014 alle 2:03 pm

Lascia un commento su "EDGE OF TOMORROW"