Gone Girl – L’amore bugiardo di David Fincher

Gone Girl – L’amore bugiardo di David Fincher

Amy (Rosamund Pike) scrittrice di successo, bella e carismatica sparisce nel nulla e il marito (Ben Affleck) affascinante professore e scrittore fallito, viene sospettato del suo omicidio. Un incipit che ricorda un classico thriller: il tema della violenza domestica, della frustrazione, della competizione fra coniugi e dell’amore malato che si trasforma in odio e poi in tragedia. Ma parliamo di David Fincher (Seven, Fight Club) e niente può essere così banale.

Gone Girl – L’amore bugiardo, tratto dal terzo romanzo di Gillian Flynn, si snoda prima sull’apparenza di una storia che per l’opinione pubblica e i media sembra già scritta, poi, nella seconda parte, tutto viene completamente ribaltato. La meticolosità dei particolari, la continua, estenuante instillazione del dubbio, gli episodi che rivelano la doppia faccia di marito e moglie ne fanno un thriller paranoico e insano.

Amy, da dolce e fragile moglie vessata e trascurata dal marito si trasforma poi un una spietata e folle dark lady, calcolatrice e vendicatrice. Nick subisce passivamente gli eventi, non riuscendo a liberarsi del suo incubo peggiore.

La morbosità della gente, dei talk show e dei telegiornali, alla quale siamo tristemente abituati anche nella realtà, è uno degli aspetti più inquietanti di un film che è noir in ogni suo piccolo aspetto. Lo sguardo assente di Amy all’inizio del film e la voce fuori campo del marito che dice: Immagino di aprirle quel cranio perfetto e srotolarle il cervello in cerca di risposte alle domande principali di ogni matrimonio. “A cosa pensi?” “Come ti senti” “Che cosa ci siamo fatti?” sono il significativo incipit di un matrimonio pieno di ombre, pilotato da una donna che per orgoglio sarà capace di ogni assurda e sanguinaria azione.

 

Caterina Sabato

 

9c9ee-gone-girl-trailer

Potrebbero interessarti anche...

Caterina Sabato

Autore: Caterina Sabato

Pubblicato il 2 gen 2015 alle 3:01 pm

Lascia un commento su "Gone Girl – L’amore bugiardo di David Fincher"