Lars von Trier e l’orgasmo promozionale

Lars von Trier e l’orgasmo promozionale

Joe (Charlotte Gainsbourg) soccorsa dopo un pestaggio da Seligman (Stellan Skarsgård) gli racconta la sua vita ammettendo di essere un’inguaribile ninfomane.

Il controverso e scandaloso regista Lars von Trier sicuramente sa come far parlare di sé e cresce  sempre di più l’attesa per il suo prossimo film “Nymphomaniac”.

Da mesi circolano indiscrezioni  riguardo questa pellicola che si preannuncia senza dubbio estrema. Il  regista ha infatti ammesso che le scene di sesso non sono per niente simulate, tanto che uno dei protagonisti, Shia LaBeouf, per questo motivo è stato mollato dalla fidanzata.

Ma a quanto pare è stata solo una trovata pubblicitaria perché le scene più spinte sono state in realtà girate da attori porno, come ha spiegato il produttore del film Louise Vesth: «Lars von Trier ha girato le scene due volte: la prima con i divi che fingono di fare sesso e la seconda con delle controfigure che lo fanno realmente. Poi, grazie al computer, sarà possibile unire le due metà, sopra la cintola e sotto la cintola».

Stessa cosa era già successa in “Antichrist” per Charlotte Gainsbourg e Willem Defoe, protagonisti anche di quest’ultima fatica del regista danese.

Ora il film torna a fare parlare di sé grazie ai “character poster” promozionali nei quali i volti di tutti i protagonisti del film vengono ritratti nel momento di estasi dell’orgasmo. In questi giorni queste immagini stanno facendo il giro del web ottenendo la curiosità desiderata. Tutto questo trambusto potrebbe celare una grossa delusione, non ci resta che aspettare e valutare.

“Nymphomaniac” uscirà in Danimarca paradossalmente il giorno di Natale mentre in Italia dovremo sorbirci i soliti cinepanettoni. Inoltre pare che il film da noi non abbia ancora un distributore. Il Belpaese boicotterà Lars von Trier?

 

Caterina Sabato

 

163100936-682ac756-b732-4136-8331-8dd562b6eada 163100938-b8e2b8f0-cf08-42cc-88f9-f1fe5c7fa387 163100943-3f660dc1-e04e-4cda-a895-a100fb905bba 163100980-095f0561-7b93-40e9-8873-b159d8664545 163101005-e4fb9693-2a01-4a20-8327-4977c9c30ee5 163101122-14089526-7976-4e63-8ee1-b9c39fd0aceb 163101530-50ad1f38-1b25-48a2-b634-4fb22dc4e015 163101603-70e23e15-e401-44bd-8c2a-e2b15fcda3ec 163101615-96eda367-5d0d-4886-981a-c951b2d954c7 163101702-034e9514-1650-44cd-b431-bba71eb325a2 163101747-5bfa3b43-6a28-4605-8082-89e528f41768 163102440-432721f5-754d-42fa-9f6a-551c5f33c91b 163102450-85a13e0d-5151-4a3d-b051-1d7eefe0b6e5 163102453-5abdd08b-d8fb-4794-ba16-f6ce56bd42b3

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Caterina Sabato

Autore: Caterina Sabato

Pubblicato il 13 ott 2013 alle 4:51 pm

Lascia un commento su "Lars von Trier e l’orgasmo promozionale"