Lo psyco thriller di Michele Pastrello

Lo psyco thriller di Michele Pastrello

di Gordiano Lupi

Parte II

 InHumane Resources (2012) è l’ultimo lavoro di Pastrello, un corto che abbandona le atmosfere horror per calcare i terreni imperscrutabili  dell’action movie. Un ragazzo in camicia bianca e cravatta nera fugge inseguito da una donna, vestita uguale, che vuole ucciderlo. Pare quasi una citazione esplicita a Le iene di Tarantino. Altri due giovani si danno la caccia nello stesso ambiente, una zona industriale periferica e degradata, altra cifra stilistica dell’autore. Ognuno di loro ha una microcamera che filma gli spostamenti. Soltanto uno può sopravvivere a una lotta spietata per avere diritto a un posto nella società. Un thriller angoscioso e violento, durante il quale non si pronuncia una sola parola, ma tutto è racontato facendo ricorso all’azione. La citazione iniziale che rimanda a George Orwell è spiegata dal racconto successivo, cinico e spietato quanto si vuole, ma intriso di messaggi sociopolitici. Ottima la musica e la tecnica di regia, caratterizzata da un montaggio rapido e da immagini che si susseguono in un crescendo di tensione. Ai nostri fini meno interessante, ma lo citiamo per completezza di trattazione.

 

Potrebbero interessarti anche...

Nico Parente

Autore: Nico Parente

Pubblicato il 24 gen 2014 alle 5:56 pm

Lascia un commento su "Lo psyco thriller di Michele Pastrello"