Nick Menza: addio all’ex batterista dei Megadeth

Nick Menza: addio all’ex batterista dei Megadeth

Non se lo aspettava nessuno, visto soprattutto la sua giovane età, 51 anni, e una fortissima voglia di continuare a suonare la batteria. Nick Menza, passato alla storia del thrash per essere stato batterista dei Megadeth dal 1989 al 1998, è morto la sera del 21 maggio mentre si stava esibendo dal vivo presso il Baked Potato, locale di Los Angeles, insieme agli OHM, la band di un’altra vecchia conoscenza in casa Magadeth, Chris Poland. Menza si sarebbe sentito male nel bel mezzo dello show, morendo mentre veniva trasportato in ospedale per insufficienza cardiaca.
Cresciuto sin dalla più tenera età con le bacchette della batteria in mano, grazie anche al padre musicista di estrazione jazz, Menza inizia a fare i suoi primi concerti già a tredici anni con mostri sacri come Buddy Rich, Jack DeJohnette e Steve Gadd, per arrivare poi a dedicarsi al metal a partire dalla maggiore età con i Rhodes, band condivisa con Kelly Rhoads, fratello del chitarrista Randy Rhoads che suona con Ozzy Osbourne. Il successo arriva con i Megadeth di Dave Mustaine, in particolare con album seminali come Rust In Peace del ’90 e Countdown To Extinction di due anni dopo.
Il chitarrista Marty Friedman lo ricorda così: “Tutti sappiamo che grande e unico batterista fosse Nick Menza. Ma era anche un amico fidato, un compagno di band divertentissimo, e anche un padre affettuoso. Sono triste oltre ogni definizione. Non me l’aspettavo proprio. RIP fratello mio”.

Potrebbero interessarti anche...

Autore: Carlo Cantisani

Pubblicato il 24 mag 2016 alle 7:44 pm

Lascia un commento su "Nick Menza: addio all’ex batterista dei Megadeth"