Per Barbara Bouchet Darkside Witches è troppo violento

Per Barbara Bouchet Darkside Witches è troppo violento

 index

 

Sta facendo discutere in questi giorni il film “Darkside Witches”, opera prima del regista e produttore Gerard Diefenthal. Si tratta di un horror stregonesco dai forti contenuti, che da una parte sembra richiamare la tradizione exploitation del cinema horror italiano degli anni Ottanta, dall’altra vorrebbe sfruttare gli effetti speciali e la scenografia basati sulla computer grafica.

La trama è quella classica del cinema gotico, con un gruppo di streghe che in un villaggio del ’500 vengono condannate al rogo, ma prima di morire la strega Sibilla invoca un demone a cui promette fedeltà in cambio della vendetta. Dopodiché l’azione si sposta ai giorni d’oggi nel medesimo villaggio dell’esecuzione, nel quale si verificano eventi inquietanti: le sei streghe sono tornate!

Ancora inedito in sala, ma presentato all’ultimo Festival di Roma, il forte impatto visivo di “Darkside Witches” ha subito diviso pubblico e critica e non è di certo sfuggito alla censura che ha stabilito il “divieto ai minori degli anni diciotto per la violenza gratuita, per l’efferatezza delle scene di sesso violentemente esplicite e per la blasfemia”. Tra le scene incriminate ce ne sarebbe anche una ai limiti dell’hard che termina con un’evirazione. In risposta alle decisioni della censura il regista ha affermato: E’ assurdo che ancora oggi, in Italia, un film come Darkside venga vietato a causa di qualche scena un po’ spinta. Molti altri film di genere vengono filtrati senza alcun divieto, eppure sono molto più cruenti del mio.”

Come se non bastasse, l’attrice protagonista, Barbara Bouchet, si è dissociata dal progetto, rifiutandosi in qualunque modo di promuovere il film. Non si tratta solo del disinteresse dell’attrice per il genere horror, come aveva fatto trasparire nella conferenza stampa tenutasi al Festival, ma a quanto pare tale scelta sarebbe motivata dalla sua avversione per la violenza. Ha dichiarato Gerard Diefenthal, a capo della casa di produzione Majestic XII: “Barbara Bouchet ha visto il film in fase di doppiaggio, ma senza manifestare un simile dissenso. Ma Barbara Bouchet è contraria a tutta la violenza, espletata in qualsiasi modo”. A quanto pare, nel frattempo, è in corso un’azione legale promossa dalla produzione del film nei confronti dell’attrice, che con la sua posizione avrebbe causato non pochi problemi a livello economico, di rapporti con la stampa, e con il marketing legato al titolo stregonesco.

 

 

images

Edoardo Trevisani

Potrebbero interessarti anche...

Autore: Edoardo Trevisani

Pubblicato il 3 dic 2015 alle 10:51 pm

Lascia un commento su "Per Barbara Bouchet Darkside Witches è troppo violento"