11
Mar

POE, dal cinema all’immaginario. Tutto in un libro

Che Edgar Allan Poe sia il massimo esponente dell’horror letterario a livello mondiale è cosa nota. Ma quanto le opere del poeta e scrittore maledetto di Baltimora hanno influenzato l’intero panorama del terrore, dal piccolo al grande schermo sino alla musica e persino i videogames? Nel nuovo saggio che riunisce ancora una volta due celebri firme della saggistica e narrativa di genere, ossia Antonio Tentori e Fabio Giovannini, tutto questo trova una risposta. Gli autori ripercorrono infatti, attraverso un’analisi accurata e dettagliata, che non tralascia neppure il titolo più sconosciuto, tutte le produzioni influenzate dagli scritti di Poe.

Lo scrittore e poeta di Baltimora, sin dai primi del Novecento ha influenzato soggetti e sceneggiature  per il cinema e la TV, opere teatrali e via dicendo, e il suo influsso sul panorama sembrerebbe non essersi mai arrestato, venendo ancora oggi omaggiato o almeno citato.

Dalle forme d’arte più rinomate e datate sino a quelle più recenti, interessando anche la scena musicale, gadget, entertainment ed esperimenti low cost, Poe ritorna imperterrito a firmare numerosi lavori ai suoi scritti ispirati.

Un volume unico e interessante questo “Edgar Alla Poe: al cinema, in TV e nell’immaginario“, edito da Profondo Rosso, e scritto da due nomi che nella saggistica di genere sono una garanzia. Assolutamente da leggere e avere.

 

Alessia Urrata

 

Potrebbero interessarti anche...