Recensione: Interstellar

Recensione: Interstellar

La Terra è sconvolta da cambiamenti climatici che porteranno nel giro di pochi anni all’esaurimento delle risorse necessarie per la sopravvivenza degli uomini. L’ex astronauta Cooper (Matthew McConaughey) insieme ad un gruppo di scienziati della NASA parte nello spazio alla ricerca di un pianeta  sul quale gli uomini possano sperare di vivere.

Una trama così avvincente per un film firmato da uno dei registi più visionari del nostro tempo: Christopher Nolan. Ma dopo il suggestivo e intricato Inception e la trilogia di Batman arriva l’imminente (e prevedibile) delusione di Interstellar.

Un cast, possiamo proprio dire stellare: oltre al recente premio Oscar McConaughey anche Anne Hathaway , Jessica Chastain, Michael Caine, Matt Damon, Casey Affleck. Visioni spettacolari e un approfondimento scientifico da parte di Nolan da compiacere qualsiasi scienziato non fanno un film all’altezza del suo nome e dei suoi precedenti lavori. Manca il mordente, lo spettacolare unito al coinvolgimento emotivo. Un film che non cattura lo spettatore ma lo riempie di continue nozioni scientifiche che non fanno altro che confondere. Nemmeno la struggente “storia d’amore” tra una figlia e un padre che decide di sacrificarsi per tentare di salvare il mondo, è riuscita a creare quel “contatto” tra spettatore e film.

C’è da riconoscere, come sempre, al regista inglese il pregio di rifiutare i classici schemi narrativi hollywodiani e la scelta di una narrazione che cambia tempi e ritmo continuamente. Gli sbalzi temporali in Interstellar sono impercettibili e quasi destabilizzanti come quando nel giro di pochi secondi gli eventi si spostano di 23 anni avanti. 2001 – Odissea nello Spazio è il film dal quale non si può prescindere parlando di fantascientifico ha spiegato Nolan: “La mia intenzione era riportare al cinema il senso di meraviglia di un tempo, che io personalmente ho sperimentato in film come Guerre Stellari o Indiana Jones”. Ma la meraviglia che sperava di comunicare è solo visiva, non narrativa né emozionale.

Caterina Sabato

 

Interstellar2

Potrebbero interessarti anche...

Caterina Sabato

Autore: Caterina Sabato

Pubblicato il 7 nov 2014 alle 3:45 pm

Lascia un commento su "Recensione: Interstellar"