SFORTUNATA LA TERRA CHE AVRÀ BISOGNO DI DYLAN DOG

SFORTUNATA LA TERRA CHE AVRÀ BISOGNO DI DYLAN DOG

Una felice famigliola pranza insieme ridendo e scherzando, quando ad un tratto il padre prende una pistola e fa fuoco sui suoi bambini e sulla moglie.

Un perditempo, senza arte né parte viene accoltellato dalla pacata madre sfinita da un figlio nullafacente.

Un ragazzino viene brutalmente assassinato da una squadra di poliziotti.

Sembrano le numerose storie alle quali siamo abituati ormai da tempo: persone apparentemente sane di mente che da un giorno all’altro impazziscono e si macchiano di efferati omicidi, crimini a volte annunciati e impossibili da accettare.

Sembra la cronaca di una società allo sbando, invece sono solo tre di una serie di vicende narrate nell’albo numero 5 di Dylan Dog: Gli uccisori, pubblicato per la prima volta nel febbraio del 1987.

In questa storia l’indagatore dell’incubo ha a che fare con un misterioso “virus” capace di trasformare il più innocuo degli uomini in un assassino senza pietà. La vicenda si conclude con la scoperta di una società, una sorta di setta, che ha programmato volutamente una serie indescrivibile di omicidi per dare vita ad un “nuovo ordine” attraverso una vera e propria strategia della tensione. Un complotto per mantenere il controllo sulle persone e detenere il potere assoluto.

Ogni mattina quando, accendendo la tv, ascolto dell’ennesima tragedia famigliare, di una nuova strage, di una donna brutalmente uccisa dal fidanzato, di uomini di Stato che tutto fanno tranne che difendere i cittadini non posso fare a meno di pensare a questo albo di Dylan Dog. Mi ritorna sempre in mente, come una profezia, una verità rivelata, una condizione alla quale siamo condannati. E chi può liberarci? Dai media che coprono la realtà, dai potenti che controllano le nostre vite, dal male che si insidia come un virus letale? Un fumetto?

 

Caterina Sabato

 

dyl0005

Potrebbero interessarti anche...

Caterina Sabato

Autore: Caterina Sabato

Pubblicato il 5 ott 2013 alle 9:04 pm

Lascia un commento su "SFORTUNATA LA TERRA CHE AVRÀ BISOGNO DI DYLAN DOG"