THE CONJURING

THE CONJURING

the conjuring

Quando l’horror ce l’hai nel sangue viene facile realizzare una sequela di ottimi lavori. E’il caso di James Wan: classe 1977, origine malese, si fa strada sin da giovanissimo nel panorama horror grazie al suo fortunatissimo Saw (2004). Ma le ultraingegnose morti riportate nella saga appena citata, della quale il nostro diverrà produttore esecutivo, non sembrano bastare alla promettente leva del new gore e difatti, poco dopo, eccolo sfociare nel paranormale e in dimensioni parallele, oscure e infestate da malefiche presenze con Insidious (2010). Divenuto un acclamatissimo nome tra i fan dell’horror mondiale, Wan di recente invade gli schermi con il suo The Conjuring. Tratto da un fatto realmente accaduto, testimoniato dalla sensitiva Lorraine Warren (nel film interpretata da una meravigliosa Vera Farmiga), quello raccontato ne L’Evocazione è il caso della famiglia Perron.

Trasferitasi nella nuova casa, la famiglia Perron si ritrova a vivere inspiegabili fenomeni paranormali. La situazione diviene sempre più acuta e drastica, allora ecco intervenire i coniugi Warren, demonologi. I due rilevano un’intensa infestazione all’interno della casa, ma il tempo è troppo poco per poter confidare nell’aiuto del prelato e allora la coraggiosa coppia sarà costretta a intervenire…

Nel cast Vera Farmiga e Patrick Wilson, quest’ultimo volto noto ai fan di Wan, nel ruolo dei coniugi Warren; la sceneggiatura è affidata a Chad e Carey Hayes, le musiche a Joseph Bishara e la regia, ovviamente, a James Wan. Il film nel complesso risulta gradevole, anche se a tratti dissonante, e i colpi di scena non mancano! Wan sa come muoversi e mantiene alta la tensione sino all’ultimo. Il perfetto mix tra casa infestata e possessione demoniaca, in questo caso ad esser chiamato in causa è il malvagio spirito dell’antica proprietaria dell’ abitazione dei Perron, risulta vincente! I richiami al cinema esorcistico, meno e più recente, non mancano e L’Evocazione mescola bene i soliti cliché horror a sapienti e innovativi elementi. James Wan è in grado di spaventare con poco (vedi il semplice battito di mani) e questo dona alla pellicola un gusto retrò, che certamente soddisfa gli horrormaniaci più legati al cinema di genere degli anni Settanta. Insomma, Wan accontenta tutti e questo gli ha permesso ancora una volta di conquistare ottimi responsi tra critica e pubblico. Per passare 112 minuti in compagnia di tetre vicende (realmente accadute), scenari cupi e datati che richiamano i capolavori di genere di un tempo, morti drastiche, richiami occulti e manifestazioni demoniache non dovete far altro che vedere The Conjuring!!

Nico Parente

Potrebbero interessarti anche...

Nico Parente

Autore: Nico Parente

Pubblicato il 11 nov 2013 alle 7:15 pm

Lascia un commento su "THE CONJURING"